Ci occupiamo da diversi anni delle tematiche connesse alla sorveglianza sanitaria con riferimento alla sicurezza sul lavoro. Operiamo a Milano, Roma e in tutta la provincia per piccole o grandi aziende. Contattateci al numero 02.40705812

Medico Competente: salute e sicurezza nei luoghi di lavoro

Il medico competente fa parte dell’organigramma della sicurezza di una determinata azienda o organizzazione, fondamentale per garantire la tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori . Ѐ chi collabora con il datore di lavoro per fare la valutazione dei rischi e il professionista, in possesso dei requisiti necessari, che fa la sorveglianza sanitaria. Tanti altri sono, però, i suoi compiti. Per svolgere le sue funzioni, questa figura deve avere una specializzazione in medicina del lavoro oppure un titolo equivalente. In ogni caso, occorre che sia iscritto in un apposito elenco istituito presso il Ministero della Salute.

Il medico competente è designato dal datore di lavoro di un’azienda solo nei casi esplicitamente previsti dalla legge. Più specificatamente, le attività per cui può essere nominato sono quelle in cui i lavoratori si trovano esposti a un uso di videoterminali superiore alle venti ore, ad agenti chimici pericolosi per la loro salute, all’amianto, a un alto livello di rumore, ad agenti cancerogeni, ad agenti biologici, alla movimentazione manuale dei carichi che possono comportare eventuali rischi di lesioni dorso-lombari, a raggi X e sostanze radioattive, a radiazioni ottiche artificiali, a radiazioni ultraviolette e infrarosse oppure a vibrazioni.

Il medico competente può essere dipendente di una struttura esterna pubblica o privata, un libero professionista oppure dipendente del datore di lavoro. In ogni caso, non può rivestire tale ruolo chi è dipendente di una struttura pubblica, con compiti di vigilanza. Nelle aziende di una certa dimensione o qualora la valutazione dei rischi lo richieda, il datore di lavoro può designare più medici di questo tipo, uno dei quali deve assumere le funzioni di coordinatore. Al fine di fare adeguati accertamenti diagnostici, tale figura professionale può avvalersi di altri medici specialisti, scelti di comune accordo con lo stesso datore di lavoro.

Il medico competente ha diversi obblighi: oltre alla valutazione dei rischi e alla sorveglianza sanitaria, deve istituire, aggiornare e custodire sotto la propria responsabilità una cartella sanitaria e di rischio per ogni lavoratore sottoposto a suo controllo, nel momento in cui cessa l’incarico deve consegnare al datore di lavoro la documentazione sanitaria in suo possesso, quando cessa il rapporto di lavoro deve consegnare al lavoratore una copia della sua cartella sanitaria, deve fornire ai lavoratori stessi informazioni relative al significato di sorveglianza sanitaria e ai suoi risultati, durante le riunioni periodiche deve comunicare per iscritto e ai suoi partecipanti (datore di lavoro, RSPP e RLS) i risultati anonimi collettivi della sorveglianza sanitaria, deve visitare i luoghi di lavoro almeno una volta l’anno e deve partecipare alla programmazione del controllo dell’esposizione dei lavoratori.

A proposito della sorveglianza sanitaria, tale soggetto della sicurezza può sottoporre i lavoratori a diversi tipi di visita (preventiva, periodica, su richiesta del lavoratore, in occasione del cambio di mansione, alla cessazione del rapporto di lavoro, preventiva in fase preassuntiva o precedente alla ripresa del lavoro), per poi esprimere un proprio giudizio d’idoneità o meno alla specifica mansione lavorativa a cui sono adibiti.

Per conoscere meglio la nostra azienda, per avere un preventivo di spesa oppure semplicemente per incontrare un nostro professionista potete chiedere chiamare il nostro numero 02.40705812 oppure utilizzare il modulo di contatto


Sconto 20% compilando il modulo

RICHIEDI UN PREVENTIVO!