decreto legge 81

Il Decreto 81 2008. Il Testo Unico di sicurezza sul lavoro

I passi per adempiere al Decreto 81 2008 iniziano qui

Le prime tracce della normativa in materia di salute e sicurezza sul lavoro, che portano all’attuale decreto 81 2008, risalgono agli anni ‘50, periodo in cui l’Italia aveva un tessuto principalmente agricolo e con alcune attività di carattere industriale che successivamente comporranno l’ossatura del paese. La normativa dell’epoca, molto lontana dall’attuale 81 08, era infatti rivolta a quel settore e non contemplava minimamente gli aspetti relativi al settore terziario – oggi dominante.

Quello che noi chiamiamo decreto 81 2008, o Testo Unico sulla Sicurezza, a volte viene chiamato anche impropriamente Legge 81 2008, e rappresenta un unico testo di Legge all’interno del quale sono state rinchiuse tutte le principali norme fino ad ora redatte in materia di salute e sicurezza sul lavoro. In pratica nel DLgs 81 08 sono confluite tutte le norme esistenti in modo da creare un unico punto di riferimento normativo (sebbene esistano alcuni rimandi esterni a disposizioni indipendenti).

Come nasce la normativa in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro d lgs 81 08

La normativa in materia di salute e sicurezza sul lavoro, l’attuale Testo Unico 81/08 o d.lgs. 81/2008, trova alcuni fondamenti all’interno della Costituzione italiana dove vi sono alcuni riferimenti precisi alle condizioni di salute dei lavoratori. Alcuni articoli, in qualche modo ripercorsi dal decreto 81/2008, saranno infatti dei cardini per le Legge 81. Tra i diversi articoli possiamo ricordare l’articolo 32, che ricorda che il diritto alla salute l’integrità fisica fondamentale oppure l’articolo 35 che garantisce la tutela del lavoro, oppure l’articolo 41 ricorda che l’iniziativa economica privata “non può svolgersi in contrasto con l’utilità sociale e in modo da recare danno alla sicurezza, alla libertà, alla dignità umana”.

Quali sono le finalità e gli obiettivi del Decreto Legislativo 9 aprile 2008 n 81/08

La legge a tutela della salute sicurezza dei lavoratori (decreto 81/2008) si pone come obiettivo la riduzione degli infortuni, degli incidenti, delle morti e delle malattie professionali sui luoghi di lavoro. L’obiettivo può essere raggiunto applicando le precise regole che sono contenute nel Testo Unico di Sicurezza e che puntano a stabilire delle procedure alle quali le aziende italiane devono attenersi. Elementi quali il documento di valutazione dei rischi, la sorveglianza sanitaria e la formazione dei lavoratori sono stati riconfermati dalla vecchia Legge e in qualche modo rivisti e migliorati.

Quali sono le novità del d.lgs. 81/2008?

Quali sono le novità del d.lgs. 81/2008?Rispetto al passato, nel quale abbiamo per molti anni convissuto con il famoso decreto 626/1994, il nuovo decreto legislativo 81 08, successivamente rivisto e corretto dal d.lgs. 106/2009, apporta importanti variazioni strutturali al quadro normativo esistente innanzitutto perché riunisce in un unico testo di Legge, chiamato appunto T.U.S. o Testo Unico Sicurezza, l’intero quadro normativo in modo da facilitare la gestione degli aspetti operativi connessi agli adempimenti.

Importanti variazioni normative, nell’ambito di questa Legge 81/2008, sono rappresentate anche dal quadro sanzionatorio ovvero dalle sanzioni che il datore di lavoro è chiamato a pagare nel momento in cui dovesse risultare inadempiente alle numerose disposizioni di Legge.

Il concetto di “dipendente” è stato abbondantemente superato dalla definizione di “lavoratore” ovvero di quel soggetto che opera all’interno di una struttura organizzata da un datore di lavoro indipendentemente dalla tipologia di contratto. Questa definizione apre l’applicazione del decreto 81 sostanzialmente a qualsiasi tipo di persona che lavora sotto le indicazioni del datore di lavoro, anche al sono fine di apprendere un’arte un mestiere o una professione e persino in assenza di eventuali contributi economici.

Estrema importanza è stata data alla attività di formazione dei lavoratori chi è stata regolamentata in maniera più precisa e formale e che oggi, rispetto al passato, risulta essere uno dei punti cardine degli adempimenti previsti per Legge. Il Decreto 81/08 mantiene le indicazioni passate riguardo la sorveglianza sanitaria applicando solo variazioni di marginale rilevanza che non stravolgono il vecchio testo di Legge. Le visite mediche ai lavoratori sono dunque confermate e nuovamente proposte come obbligo di Legge.

Qual è la struttura del Testo Unico Decreto Legislativo 81/08?

Il d.lgs. 81/2008 è strutturato in titoli e nei relativi allegati. Ogni titolo si pone come obiettivo quello di definire linee guida, indicazioni e disposizioni di legge per uno specifico argomento che viene appunto indicato nel titolo stesso. Si parte quindi si parte quindi con le disposizioni generali contenute al Titolo I e si giunge in conclusione alle sanzioni e disposizioni transitorie e finali (Titolo XII e XIII). Il Testo Unico ha poi 52 allegati che si pongono come obiettivo il definire gli aspetti dal punto di vista tecnico.

Di seguito il riassunto dei Titoli del decreto legge 81 2008:

  • Titolo I –  Principi comuni
  • Titolo II – Luoghi di lavoro
  • Titolo III – Uso delle attrezzature di lavoro e dei dispositivi di protezione individuale
  • Titolo IV – Cantieri, cantieri temporanei o mobili
  • Titolo V – Segnaletica di salute e sicurezza sul lavoro
  • Titolo VI – Movimentazione manuale dei carichi
  • Titolo VII – Attrezzature munite di videoterminali
  • Titolo VIII – Agenti fisici
  • Titolo IX – Sostanze pericolose
  • Titolo X – Esposizione ad agenti biologici
  • Titolo XI – Protezione da atmosfere esplosive
  • Titolo XII – Disposizioni diverse materia penale di procedura penale
  • Titolo XIII – Disposizioni finali

Quali sono i principali adempimenti del Decreto Legge 81 2008? Ecco una breve sintesi

In senso generale va innanzitutto va ricordato che la normativa non distingue in alcun modo gli adempimenti da porre in essere sulla base del numero di lavoratori. Esiste una minima deroga per le aziende sotto i 10 lavoratori, nelle quali il documento di valutazione dei rischi può essere sostituito da una autocertificazione, ma è fortemente sconsigliata per motivazioni che tratteremo in separata sede. Il punto cardine del decreto legge 81 è infatti chi è la tutela del lavoratore deve essere posta in essere indipendentemente dal numero di persone che operano all’interno di una struttura.

Cosa fare per adempiere alle disposizioni del Decreto 81 2008?

Gli adempimenti di Legge sono numerosi e possono variare da realtà a realtà ma si contano, ad esempio:

  • redazione del documento di valutazione dei rischi aziendali;
  • particolare attenzione viene data alla formazione dei lavoratori con i corsi a basso rischio, medio rischio ed alto rischio di formazione generale e formazione specifica;
  • costituzione e formazione della squadra di gestione delle emergenze;
  • Elezione del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza aziendale;
  • regolamentazione dell’attività de fornitori esterni mediante la redazione de DUVRI;
  • riunione periodica per le aziende sopra i 15 lavoratori;
  • nomina del medico competente;
  • visite mediche ai lavoratori.

Quindi come adempiere alle disposizioni per evitare sanzioni?

Come tutte le norme tecniche anche il decreto legislativo 81 2008 prevede, per un corretto adempimento, il supporto da parte di un professionista qualificato in materia di salute e sicurezza sul lavoro che possa supportare l’azienda negli adempimenti di Legge. Una guida qualificata è peraltro richiesta attraverso la nomina del responsabile del servizio di prevenzione e protezione, ovvero di un soggetto qualificato ed in possesso di specifici requisiti di Legge che possa fungere da consulente per il datore di lavoro.

La nostra struttura può supportarvi per gli adempimenti connessi alle principali attività lavorative.

sorveglianza sanitaria
sicurezza sul lavoro
formazione dei lavoratori
scrivici per un consulto

    Approfondimenti

    Il Decreto Legislativo 81 2008. Il Testo Unico di sicurezza sul lavoro

    Quali sono le disposizioni di Legge contenute nel decreto legge 81 2008? Cosa porta alla attuale normativa e come adempiere alle numerose indicazioni del legislatore ed evitare sanzioni importanti?

    leggi altro
    Il videoterminalista e la sorveglianza sanitaria

    La mansione di videoterminalista ed i rischi connessi a questa mansione. Chi è considerato videoterminali e quali sono i principali fattori di rischio che si identificano attraverso la sorveglianza sanitaria.

    leggi altro
    La sorveglianza sanitaria eccezionale ai tempi del COVID

    La sorveglianza sanitaria è obbligatoria nei casi specifici individuati dalla normativa vigente o a seguito della valutazione dei rischi aziendali. Vediamo quali sono i casi con degli esempi.

    leggi altro
    Giudizio di idoneità alla mansione stabilita dal medico competente

    Il giudizio di idoneità rappresenta il documento attraverso il quale, il medico competente, stabilisce l’idoneità del lavoratore alla mansione senza la quale si rischiano pesanti sanzioni in capo al datore di lavoro.

    leggi altro
    Sorveglianza sanitaria e medicina del lavoro a Milano

    Presso la nostra sede di Milano vengono erogati i servizi di medicina del lavoro e sorveglianza sanitaria. Consulta questa pagina per avere maggiori dettagli sul tema.

    leggi altro
    Protocollo Sanitario

    Il protocollo sanitario è un documento obbligatorio, Redatto dal medico competente, che contiene le visite mediche a cui devono essere sottoposti i lavoratori sulla base della valutazione dei rischi aziendali.

    leggi altro
    Sorveglianza Sanitaria Obbligatoria: quando scatta l’obbligo

    La sorveglianza sanitaria è obbligatoria nei casi specifici individuati dalla normativa vigente o a seguito della valutazione dei rischi aziendali. Vediamo quali sono i casi con degli esempi.

    leggi altro
    Visita medica e assunzione: in cosa consiste

    Nel caso in cui sussistano determinati elementi specifici allora il lavoratore deve essere sottoposto alla visita medica all’assunzione. Esistono diverse tipologie di visite preventive: vediamo quali.

    leggi altro
    Siete alla ricerca di un medico competente per la sorveglianza sanitaria?